Ziinga continua la sua crescita nonostante il fiume di lamentele

strano_andamento_di_Ziinga.png

Uno dei fenomeni realmente difficili da interpretare riguarda l’inarrestabile ascesa del sito più discusso sul mercato delle aste al centesimo, il misterioso Ziinga. Basta eseguire una semplice ricerca in rete, per trovarsi di fronte una lista copiosa di lamentele, reclami e rimostranze da parte di utenti che, disgraziatamente, hanno avuto modo di iscriversi per cercare la buona sorte in questa indecifrabile piattaforma di penny auction.

Negli ultimi mesi abbiamo in più occasioni messo in evidenza alcune palesi anomalie riscontrabili facilmente in Ziinga, irregolarità subite da molti giocatori le cui testimonianze sono state da noi raccolte e pubblicate scrupolosamente. Naturalmente, non siamo gli unici che si preoccupano di riportare tali informazioni, esiste un gran numero di iniziative nate appositamente per informare il più possibile riguardo alla natura truffaldina di questa scaltra attività. In Facebook sono presenti diversi gruppi, uno dei quali con l’arduo obiettivo di bloccare ogni attività di Ziinga nel network, così da ridurre fortemente il suo social marketing. Questa la pagina in Facebook a cui ci stiamo riferendo.

In questo gruppo, alla medesima stregua, è possibile trovare una fitta lista di lagnanze nelle più svariate lingue, mirabilmente accomunate dalla medesima modalità con cui si verificano. In altre termini, Ziinga non ha la necessità di cambiare strategia di interazione con gli utenti, sono sufficienti quelle due o tre procedure adottate per riscuotere un successo invidiabile.

Eppure, a quanto pare tutto questo non è sufficiente, stando alle autorevoli analisi sul traffico realizzate dallo spider di Alexa. Esaminando l’andamento che traccia il flusso di traffico registrato negli ultimi tre mesi a questa parte, Alexa riporta un aumento sostanziale del 32,8% riferito al daily reach. É, altresì vero, che se consideriamo il medesimo parametro rapportato all’ultimo mese è indicata una marcata flessione del 19,61%, tuttavia non ignoriamo che tale valore è fortemente influenzato dal tipico calo organico di agosto.

Se diamo uno sguardo alla distribuzione del traffico per nazione, rimaniamo sbalorditi nel valutare l’incredibile popolarità conseguita nei vari paesi da Ziinga. In Italia, al momento della nostra analisi (mercoledì 5 settembre ore 14.00), Ziinga è fra i primi 503 siti più visitati! Ottimo risultato anche in Canada, piazzandosi in posizione 457.

È emblematico constatare il successo riscontrato in quei paesi dove il traffico ha un grosso fattore di conversione nel mercato delle aste al centesimo, come la Francia, la Spagna, il Regno Unito, l’Italia ed il Canada. Notevolmente indietro è il suo rank negli Stati Uniti, classificandosi nella discreta posizione 96.198.

Come dicevamo nell’introduzione dell’articolo, non è assolutamente facile avanzare ipotesi che spieghino questa insolita popolarità, da parte di un sito che avrebbe dovuto subire un sensibile decremento dei visitatori, come logica conseguenza del rumoroso polverone alzato in rete in questi ultimi 6 mesi. Questo è uno degli aspetti più oscuri del web, in piena contraddizione con quanto si verificherebbe nel corrispondente mondo reale.

Cosa ne pensi a riguardo?

3 thoughts on “Ziinga continua la sua crescita nonostante il fiume di lamentele”

  1. babam ha detto:

    Ciao ragazzi! prima di tutto complimenti per il lavoro che state facendo vedo che piano state crescendo! A riguardo pensavo che comunque i partecipanti dei gruppi di lamentele su facebook sono un numero esiguo contro il totale di clienti che ziinga dovrebbe servire nel corso di tutte le aste… il numero diventa rilevante se messo a fianco ai “like” della pagina facebook “Ziinga Entertainment Shopping” che però non dovrebbe essere un numero su cui basarsi per capire la reale utenza del sito. Non pensate?

    1. ciao babam, siamo contenti che apprezzi il nostro lavoro! La tua considerazione è senza dubbio corretta e la condividiamo pienamente.

      In effetti il numero dei sostenitori dei vari gruppi facebook contro Ziinga se, rapportato all’effettiva utenza del sito, non sono che una manciata il cui peso ha un impatto poco rilevante. Ma se consideriamo tutti i riferimenti presenti in rete, come per esempio l’autorevole Scambook che raccoglie un numero davvero consistente di segnalazioni di scorrettezze subite da utenti di ogni parte del pianeta, allora la questione assume una piega differente.

      Per quanto riguarda la pagina ufficiale in Facebook di Ziinga, una nostra precedente indagine ha messo in luce un particolare piuttosto insolito, come illustrato dettagliatamente in questo articolo: http://www.astealcentesimo.net/i-commenti-nascosti-sulla-pagina-facebook-di-ziinga.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Navigando su questo sito si accetta l'uso di cookies. dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close