SoftCamillo vince i concorsi e Per1Cent lo ignora completamente!

screen_535_img.jpg

Il sito di aste al centesimo Per1Cent organizza, mediante la propria pagina di Facebook, dei concorsi settimanali grazie ai quali gli utenti che vi partecipano possono aggiudicarsi un pacchetto di bid. Il gioco consiste nell’indovinare il prezzo di chiusura di una specifica asta: vince l’utente che ha postato per primo, come messaggio in Facebook, il prezzo esatto o che si avvicina di più ad esso.

Fino a qui nulla da dire, a nostro avviso è una simpatica e coinvolgente iniziativa, che trova un riscontro alto fra i giocatori attivi di Per1Cent. Dall’analisi della pagina ufficiale del sito in Facebook, in corrispondenza dell’ultimo concorso postato, troviamo fra i commenti la lamentela di un utente rinomato nel mercato italiano delle aste al centesimo: ci riferiamo a Franco Maria Altadonna, già autore di diversi articoli qui nel nostro portale, meglio conosciuto con i suoi nomi di battaglia, SoftCamillo o SoftBidder.

Nel suddetto messaggio, SoftCamillo afferma che non è la prima volta che partecipa ai concorsi indetti, vincendoli, senza ricevere la giusta e prevista ricompensa. A questo suo post, lasciato mercoledì 19 settembre alle ore 21.37, non è seguita alcuna replica da parte dello staff di Per1Cent. Situazione anomala e sicuramente poco elegante per il sito.

Qualche ora prima, precisamente alle 16.57, SoftCamillo faceva notare di aver subito la medesima ingiustizia nel concorso di lunedì 17 settembre. Anche in questa circostanza, Per1Cent ignorava completamente l’episodio, attribuendo la vincita ad un altro giocatore.

Addirittura, SoftCamillo afferma di non essere in grado di inserire ulteriori commenti nel relativo post. A questo punto è doveroso per il sito Per1Cent dare una chiara ed esaustiva spiegazione di come si sono svolti i concorsi nei quali SoftCamillo sostiene di aver dato previsioni molto più vicine ai prezzi reali di chiusura delle aste, rispetto a quelle dei vincitori ufficiali.

Si tratta di una paradossale distrazione da parte dell’azienda o un semplice errore di valutazione di SoftCamillo? Di sicuro i nostri lettori sono curiosi di sapere come si sia conclusa la vicenda.

4 thoughts on “SoftCamillo vince i concorsi e Per1Cent lo ignora completamente!”

  1. Grazie del sostegno Marcello ma in realtà mi è stato spiegato che vincono i premi (sono 3 da 100 bids) soltanto coloro che hanno previsto una cifra INFERIORE a quella dell’ aggiudicazione e la mia era superiore (2,12 per 2,01 prezzo finale). In realtà la regola è piuttosto singolare e mal spiegata ma devo prenderne atto mio malgrado. La correttezza di “per1cent” rimane dunque intatta 🙂
    (Softcamillo)

    1. Ciao Franco,
      grazie per la tua importante precisazione a riguardo.

  2. andrealandia ha detto:

    Basta con questo Per1cent!!!!!!
    Prima era buono! Ultimamente con i soldi ricevuti dal programma Partner ho avuto tanti bid, ma neanche una ricarica da 15€ PayPal ho vinto ..
    Dove vado io finiscono tutte a 2-3€ ( 900 bid a testa!!! ) Dove vanno gli altri, a 0.003!
    il bello è che a volte fai lo scontro tra autobid tra te ed un altro e appena lui finisce i bid tu dovresti aver vinto e invece no! ne spunta un altro sicuramente coalizzato con l’altro utente che punta tutti i suoi bid finquando non vince!!!
    Ovviamente chi non conosce il sito non sa cosa intendo per autobid e altra roba, ma vi dico che veramente come sito inizia a far PENA!

    E alle mie richiesta di verifica di Organizzazione da parte di utenti, cosa mi hanno risposto?
    PROBABILMENTE NON SIETE STATI FORTUNATI AHAHAH

  3. Francesco ha detto:

    Appena iscritto, fatta un asta per pacchetto bid, giocato alla morte in autobid con un altro, quando questi si è ritirato è subentrato uno che non aveva finora partecipato (tale_tvvlight_ ) che ha fatto due (dico due) puntate e si è aggiudicato l’asta perchè appena finiti i miei rilanci automatici, al momento di fare il rilancio manuale (a tre secondi dalla fine) mi ha detto che l’asta era chiusa…….. Pirla io che ho buttato via 15 euro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Navigando su questo sito si accetta l'uso di cookies. dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close