La pagina Facebook di PrezziPazzi.com supera i 100.000 fans!

screen_496_img.jpg

Il popolarissimo PrezziPazzi.com, ai vertici nella classifica dei siti di aste al centesimo seri ed affidabili, operanti sul mercato italiano, ha raggiunto un risultato di tutto riguardo, gli oltre 100.000 fans nella sua pagina ufficiale di Facebook!

Il messaggio che appare, orgogliosamente, nella timeline della pagina afferma che: “100.000 FANS NON POSSONO SBAGLIARSI!“. Siamo del medesimo avviso anche noi di AstealCentesimo.net, che non esitiamo a considerare questo potente e-commerce revolution, il sito che riscuote maggiore successo in termini di popolarità in Italia.

Dando un veloce sguardo alla pagina di PrezziPazzi in Facebook è facile constatare quanto l’azienda sia orientata al social marketing: messaggi pubblicati con una frequenza impressionante, a cui seguono commenti, condivisioni, likes da parte del suo esercito di sostenitori. Molto interessante è anche l’analisi del contenuto dei commenti postati, buona fetta dei quali compiacenti; realmente saltuario individuare lagnanze e quando ciò si verifica, il più delle volte sono riferite agli inevitabili equivoci che capitano in qualsiasi contesto commerciale.

Staremo a vedere nei prossimi mesi se l’incontrastata egemonia di PrezziPazzi non verrà scalfita dal nuovo MadBid, il cui prestigio sembra recuperare tutti i punti perduti o dalla potente ed attiva concorrenza, come OneWayBid, la cui reputazione è in costante aumento senza parvenza di interruzione.

Nel frattempo, ci chiediamo con una certa apprensione, cosa ha in serbo per il futuro la dinamica e promettente azienda titolare di PrezziPazzi, la Mobile Shopping Limited. Forse l’apertura verso i paesi stranieri, superando i confini del nostro ricco, ma limitato, mercato italiano? Sarebbe interessante qualche parola a riguardo da parte del suo portavoce ufficiale, Matteo, i cui commenti sono sempre ben graditi nel nostro portale.

10 thoughts on “La pagina Facebook di PrezziPazzi.com supera i 100.000 fans!”

  1. MaisDesign.it ha detto:

    I commenti di Matteo sono graditi ma quelli di altri responsabili/tecnici? Non sarete un poco troppo di parte?

    1. L’intervento di Matteo PrezziPazzi è stato richiesto al fine di dire il suo commento riguardo alla nostra domanda: “Forse l’apertura verso i paesi stranieri, superando i confini del nostro ricco, ma limitato, mercato italiano?”. Non riusciamo a capire il nesso logico quando ti riferisci ad “altri resposabili/tecnici”..

      In che senso sembriamo di parte? Forse perché consideriamo PrezziPazzi una realtà seria ed altamente professionale? Questo non significa essere di parte, ma dare la corretta ed oggettiva valutazione verso un sito che opera in maniera trasparente e serio. Noi ci limitiamo a constatare ciò che è una situazione davanti agli occhi di tutti.

      1. Finalmente un po’ di risposte all’ interno di questo bel sito che seguo dagli albori…ho sempre avuto la netta sensazione che la gente leggesse tutto ma non commentasse nulla mentre ora una ventata di confronto è arrivata seppur per difendere il proprio orticello. Da giocatore (perdente in linea di massima) astealcentesimo.net mi ha fatto risparmiare qualche soldo e salvaguardato il mio S.N. fornendomi recensioni affidabili e ben fatte…magari qualche errorino ci sarà pure stato ma, a parer mio, in assoluta buona fede. In soldoni Marcello e il suo staff eseguono un lavoro attento e coscienzioso (gratuito) al servizio degli utenti e questo mi soddisfa.
        Softcamillo

  2. android ha detto:

    Effettivamente anche a me qui sembrano un po troppo di parte! L’obbiettivo di questo sito dovrebbe essere far chiarezza sui siti in questo mercato delle aste al centesimo e non quello di fare un “fantomatico” blog o landingpage a favore di prezzipazzi!! Prezzipazzi al momento è la piu grande realtà italiana e questo credo che si stato ampliamente descritto nella recensione appunto del sito in questione, ma non mi sembra giusto che qualsiasi iniziativa di prezzipazzi sia sempre considerata da voi con qualche articolo in merito facendo cosi pubblicità gratuita!! mentre le iniziative di altri siti che come prezzipazzi fanno progressi e spazio in questo mercato non hanno lo stesso trattamento!! Guardate in archivio quanti articoli avete fatto a favore di prezzipazzi per ogni minima loro iniziativa anche per cose abbastanza inutili come per il sondaggio, ci sono tantissimi siti che fanno sondaggi e iniziative interessanti nelle loro fan page facebook o nei loro siti ma come mai non ne parlate? stete a guardare 24 ore/24 prezzipazzi perche vi piace ? oppure vi hanno pagato anche per far questo?

    1. Ciao Android, ci spiace che riassumi il nostro lavoro come, usando il tuo modo di scrivere, “un fantomatico blog o landing page a favore di prezzipazzi”.

      Il nostro obiettivo è ed è sempre stato quello di rappresentare un punto di riferimento per la diffusione delle informazioni inerenti al mercato delle aste al centesimo in Italia.
      Non siamo del tuo medesimo avviso quando affermi che è presente un netto squilibrio nella distribuzione degli articoli. Noi ci prefiggiamo il compito di essere sempre imparziali e se realizziamo articoli dove mettiamo in evidenza aspetti positivi, iniziative, novità di un sito, non è per fare della pubblicità gratuita, ma solo mera informazione.
      L’articolo del sondaggio è stato pubblicato perché a nostro avviso rappresentava un’iniziativa intelligente ed utile da parte di PrezziPazzi. L’articolo odierno mette in luce un episodio oggettivo, che rappresenta un successo indiscutibilmente meritato. Abbiamo realizzato articoli anche a favore di OneWayBid o di Beejumping, per il semplice fatto che sono aziende serie e corrette, che lavorano onestamente.
      Abbiamo scritto evidenziando comportamenti non corretti di MadBid ed i successivi miglioramenti a partire dall’ultimo mese a questa parte. E così via.
      Non ci risparmiamo nello scrivere articoli per segnalare anomalie, irregolarità o aspetti poco chiari, verso quelle realtà che operano in maniera tutt’altro che professionale. Molti delle nostre recensioni a riguardo si sono rivelate lungimiranti e molti lettori ne sono pienamente consapevoli, apprezzando il nostro lavoro.

  3. Matteo PrezziPazzi ha detto:

    @2c0105a7d7cc97eabb236a26fb26b20d:disqus e @maisdesignit:disqus da come scrivete penso che tutti abbiano capito che siete i gestori di 2 siti di aste non tenuti in considerazione da @astealcentesimo:disqus , mi dispiace per questo e spero che in base alle regole editoriali del blog vi venga dato il giusto spazio. Per quel che mi riguarda io vedo che l’attenzione del blog è rivolta più ad un mio concorrente che all’azienda per la quale lavoro, ma mai mi sognerei di commentare un articolo scritto su di un mio competitor, la riterrei una pratica di marketing suicida.
    Per rispondere a Marcello posso solo dirti che non posso fornirti la risposta, come sai non ne ho l’autorizzazione oltre al fatto che non mi occupo io dello sviluppo internazionale.

  4. android ha detto:

    @facebook-100002191721719:disqus chi sa come mai hai risposto te e non Marcello perche la domanda era rivolta a lui e non direttamente a Prezzipazzi che in questo caso dovrebbe solo “gongolare” del fatto che un blog parli spesso del sito per il quale lavori! Forse interessi comuni? boo!! Fatta questa premessa non so che doti di investigatore tu abbia ma ti sbagli io sono un semplice utente che amo questo mondo da diversi anni e come tutti ho preferenze per un sito piuttosto che per un altro! seguo con attenzione questo blog per non buttare via i miei soldi e la realtà delle cose che io vedo quando entro su questro blog è quella di vedere spesso e volentieri articoli su prezzipazzi, mentre poi navigando in rete scopro delle cose molto interessanti o siti molto interessanti e seri su cui giocare e vincere, quindi decade un po la motivazione principale per il quale io o un altro utente entriamo in questo blog, in quanto tutte le volte che si entra si viene per cosi dire “spinti” ad giocare su prezzipazzi come se fosse l’unico sito serio in italia quando in realta non è vero! @astealcentesimo:disqus quando si gestisce un blog del genere, a mio modesto parere e lo ripeto “a mio modesto parere” bisognerebbe essere il piu obbiettivi possibile, avere preferenze per un sito piuttosto che per un altro è del tutto normale ma per correttezza di tutti gli utenti che seguono il blog, è giusto fare informazione pulita e chiara senza favoreggiamenti perche non ci dimentichiamo mai che sono in ballo i nostri soldi!!! Se invece c`è una accordo commerciale di marketing tra di voi ,( che potrebbe essere tranquillamente lecito e nessuno lo vieta) sarebbe corretto dirlo apertamente e sinceramente agli utenti in modo che poi sta alla scelta dell utente seguirvi o meno! Perche la realta dei fatti in italia nel mondo delle aste al centesimo è che non esiste solo prezzipazzi !!

    1. Matteo PrezziPazzi ha detto:

      Non esiste nessun accordo e non faremo mai pubblicità su un blog di questo genere, per un motivo semplice, lo riteniamo scorretto. Ho già criticato @astealcentesimo:disqus per avere inserito dei banner pubblicitari di altri siti, anche se ha il diritto di farlo. PrezziPazzi non paga nessuna articolo, nessun video, nessun feedback, nessuna immagine, mai, è una politica che abbiamo fin dal primo giorno.

      1. franco ha detto:

        Mi risulta che tempo fa eravate sponsorizzati da onewaybid…..

  5. android ha detto:

    @astealcentesimo:disqus ciao Marcello, sono daccordo sul fatto che questo sito “dovrebbe” essere un punto di riferimento per noi utenti e infatti lo è stato anche per me perchè grazie a voi ho potuto conoscere siti seri e onesti e allo stesso tempo evitare quelli meno seri. Pero non sono daccordo sull equilibrio degli articoli in generale perche ribadisco che non è solo una mia impressione ma sta diventando impressione generale tra di noi utenti che seguiamo questo sito ed è agli occhi di tutti se si guarda l’archivio delle notizie presenti e lo si confronta con la realtà in rete, si capisce subito che favoreggiate e accentuate le novita presenti su prezzipazzi e non avete lo stesso riguardo sulle novita e iniziative interessanti per le atre realtà! Dai siamo sinceri ! lo capirebbe anche un ragazzzino! Avete sempre sparato a 0 sul numero di fan di una pagina fb perche lo avete scritto piu volte che è facile reperire online a pagamento quantità rilevanti di fan pe runa pagina e adesso elogiate i 100.000 fan di prezzipazzi? non ce stato nessun minimo dubbio sulla provenienza reale o meno di questi fan? quando invece su altri articoli avete sottolineato che il numero di una fan page non sempre garantisce onesta di un sito.
    Molto probabilmente se i 100.000 fan arrivavano da un altro sito che non sia prezzipazzi avreste sicuramente detto ” chissa quanto avranno pagato in rete tutti quei fun”!! Noi utenti possiamo essere condizionabili ma non stupidi!! Anche il fatto di basare la vostra reputazione su alexa che è un ottimo strumento non è a mio parere un metodo che declina un sito piuttosto che un altro perche( credo che sei a conoscenza) in rete ci sono diversi strumenti anche gratuiti che fanno aumentare il traffico su un sito( circuiti di scambio visite ecc) ma non sempre è traffico utile di utenti reali o paganti e quindi il posizionamento di un sito su alexa non sempre è sintomo di un sito serio!
    Con questo non mi permetto di criticare il vostro lavoro ma vi chiedo ,soprattutto per rispetto a noi utenti che ripeto ci rimettiamo dei soldi, di essere un po piu attenti a quello che succede in rete nel mondo delle aste sociali e non concentrarvi solo su una realta che ormai conoscono tutti e di analizzare di versi aspetti ( servizio clienti, velocità nelle consegne, novità introdotte, facilità di vincere) per giudicare un sito, piuttosto che vedere e dire che prezzipazzi ha 100.000 fan o che ha lanciato un sondaggio!! Non è molto interessante pe noi utenti!!

Rispondi a Marcello AstealCentesimo.net Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Navigando su questo sito si accetta l'uso di cookies. dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close