Aggiornamento Siti Aste al Centesimo! SecondaParte

update1.jpg

Dopo le novità di ieri ecco la seconda parte degli aggiornamenti riguardo le Aste al Centesimo.

Killbids.com il sito risulta essere offline e non ci è dato sapere cosa è successo e quali sono le intenzioni future.

LoveBid.com il sito perde traffico ma punta a ritagliarsi una fetta di mercato. Tra le ultime novità ci sono delle simpatiche aste gratuite in cui vengono messi in palio oggetti di bigiotteria in argento e simili. La trovata è sicuramente accattivante e siamo curiosi di vedere l’evoluzione nei prossimi mesi.

MadBid.com rimane leader indiscusso del mercato europeo. Negli ultimi tempi sempre meno sforzi sono stati fatti per fidelizzare clienti vecchi a favore di quelli nuovi. Una strategia mordi e fuggi o un piano di marketing ben congegnato?

OffertaFolle.com il sito è offline e non ci sono molte speranze di vederlo nuovamente attivo. A riprova di ciò anche la pagina di Facebook è stata rimossa e non c’è modo di mettersi in contatto con l’azienda.

PrezziPazzi.com è di nuovo riuscito a stupire l’intero mercato abolendo di fatto il costo delle puntate. Questo cambia notevolmente le cose in quanto rende liberi tutti di partecipare alle aste per le puntate (utilizzando quelle accumulate gratuitamente tramite i Social o i propri amici) e con quest’ultime di partecipare a quelle dei prodotti. In questo modo si pagano di fatto solo le aste vinte ed il gioco diventa molto più coinvolgente per tutti.

Quibids.com una importante novità riguarda l’assetto societario. Il colosso americano infatti ha deciso di aprire una sede a Malta che si occupi del mercato europeo e gestisca le transazioni in Euro. L’interesse per il vecchio continente è sicuramente motivato dalla ormai stabile presenza di alcuni grandi siti che da anni operano nel mercato delle Aste al Centesimo.

Swoggi.it nell’ultimo periodo abbiamo assistito ad un miglioramento del posizionamento Alexa italia (11k) ma a parte un aumento delle aste in palinsesto non sono da rilevare sostanziali modifiche. La mancanza di testimonianze video in favore di quelle fotografiche sembra essere oramai una scelta definitiva senz’altro contestabile.

VinciAsta.com è in manutenzione da più di due mesi ed i clienti iniziano ad essere stufi di questo ritardo senza avere notizie a riguardo di una riapertura e di spedizioni di vecchie vincite in ritardo cronico. Il consiglio di Aste Al Centesimo è sempre lo stesso: se non è tutto estremamente chiaro, chiedete subito i rimborsi a PayPal in modo da giocare d’anticipo.

VincyCorporation.com negli ultimi messi abbiamo assistito ad un aumento del traffico, dei like su Facebook e delle testimonianze delle vincite. L’azienda di diritto inglese sembra essere uscita dal bozzolo iniziale ed aver finalmente intrapreso la strada giusta. 

Wellbid.com oltre ad un cambio di look nei mesi scorsi l’azienda ha deciso di migliorare la propria presenza nei Social Network puntando su coinvolgimento e qualità. A giorni si attende l’uscita di un primo spot collegato ad eventi anche live che vendono il brand impegnato anche nel sociale.

WinnyPenny.com l’azienda tedesca ha perso molto terreno stando ai dati Alexa e non è ancora riuscita ad impostare una propria strategia di marketing. Questo, legato allo scarso impegno dimostrato nelle grafiche e nei social rischiano di far precipitare velocemente le cose. Unica nota fuori dal coro, ma al tempo stesso non avvalorata da un piano di marketing più ampio, è uno spot in tedesco (anch’esso di non eccellente qualità).

Le conclusioni di questa due giorni sono innanzitutto di apprezzamento verso molte realtà che hanno lavorato bene nel tempo e sono state premiate. Sicuramente i grandi colossi continuano a farla da padrona anche grazie a bacini di clienti molto più ampi ed a risorse finanziarie maggiori, ma le mosse di alcuni di loro avranno probabilmente delle ripercussioni sull’intero mercato. Per restare sempre aggiornati vi consigliamo di visitare la pagina con la lista completa di tutti i  Siti.

2 thoughts on “Aggiornamento Siti Aste al Centesimo! SecondaParte”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Navigando su questo sito si accetta l'uso di cookies. dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close