Aggiornamento Siti Aste al Centesimo! Prima Parte

Update.jpg

Dopo alcuni inconvenienti tecnici ecco un nuovo articolo incentrato su tutte le novità del mercato delle Aste al Centesimo. L’andamento altalenante continua anche in questa primavera inoltrata, ma non mancano dei colpi di scena. Molte delle situazioni da noi riportate sono state confutate nel tempo e ogni qualvolta un dubbio c’era si è presto rivelata una amara verità. Premesso ciò iniziamo con l’analisi dei siti che hanno subito sostanziali cambiamenti nell’ultimo periodo.

AsteBid.com sito ancora attivo ma molto sospetto. In primis ha subito un tracollo di traffico secondo Alexa, inoltre ha solo 35 like su Facebook. Il sito è chiaramente riconducibile ad una persona fisica residente in Italia anche se non viene mostrata nessuna partita iva. Curioso inoltre la denominazione sociale californiana dell’azienda (chiaramente fittizia).

astebid opinioni

 

Beejumping.com anche in questo caso Alexa evidenzia un calo di traffico (sopra i 3 milioni) e dei 32k like su Facebook solo 2 ne parlano. I problemi tecnici sembrano essere stati risolti per il momento, ma alcuni ritardi nelle spedizioni sono a causa di lamentele da parte di clienti nei post e nei commenti nei Social Network.

BidCrown.com il sito si dimostra avere una buona base di traffico in Alexa (poco sopra i 300k), anche se l’essere rankato molto bene anche in Serbia, oltre all’Italia per l’azienda Monegasca lascia presumere una delocalizzazione. Su Facebook l’azienda ha saputo lavorare bene nonostante i pochi like (poco più di 150) postando molti video testimonianza.

BidMod.com il sito risulta in manutenzione, nessuna segnalazione a riguardo su Facebook dove tutto tace dal 2 aprile. L’epilogo era da prevedersi in funzione del no rank evidenziato da Alexa che faceva presumere una carenza cronica di traffico.

Bidoo.com l’ottimo periodo continua per uno dei siti italiani di maggior successo degli ultimi anni. Anche su Facebook tutto procede bene con quasi 200k like 2.7k persone che ne parlano.

BidScream.com il sito italiano ha di nuovo oscurato la partita iva e questo ci porta a pensare che i problemi con i clienti continuano ad essere una costante. Dai Social tutto tace a riguardo ma non ci è dato sapere se i commenti vengono moderati. Ad ogni modo lo strascico di lamentele continua a tenere banco qui nel sito AsteAlCentesimo.net come è facilmente possibile verificare.

BuzzBid.com il primo grande colpo di scena riguarda proprio uno dei primi competitor italiani al 100% presente da molti anni nel mercato. Il sito è infatti off-line da diverso tempo e non è stata data nessuna risposta alle domande fatte su Facebook, ne tanto meno una comunicazione ufficiale di chiusura. Il modello di marketing è probabilmente stato alla base del fallimento basandosi su di una rete fisica di agenti.

CipClick.com come preannunciato ha chiuso i battenti da febbraio.

CultAuction.com il sito tedesco ha perso parecchio traffico stando ad Alexa, dove risulta essere passato da 12Mil a 17.5Mil. Nessuna contromisura commerciale o di marketing sembra essere stata presa ed una insolita debolezza su Facebook non lascia ben sperare.

EasyBids.com è la meteora del 2014. Dopo una lunga fase di test e quasi 6 settimane di aste il sito torna in manutenzione. L’annuncio su Facebook parla di un “cambio gestione ed integrazione nuovo staff” per cui il sito è offline dal 11 maggio a tempo indefinito. Ovviamente l’augurio è di tornare online da parte di tutti ma sappiamo bene da storie simili accadute in passato che sono molto remote le possibilità di rivedere un sito online dopo una mossa simile.

Domani verrà pubblicata la seconda parte dell’analisi e ne vedremo ancora delle belle.

4 thoughts on “Aggiornamento Siti Aste al Centesimo! Prima Parte”

  1. anonimo scrive:

    bidscream ha oscurato la p.iva per cambio gestione

  2. lucepura scrive:

    finalmente beejumping chiude!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Navigando su questo sito si accetta l'uso di cookies. dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close